Primo Piano

Le pagelle di Albinoleffe-Reggiana: Carlini solito trascinatore, male l'attacco

I voti ai protagonisti del posticipo della 36ª giornata di campionato

Gianluca Ferrari
23.04.2018 23:15

Nella gara che consegna l'aritmetica promozione in serie B al Padova, nelle fila granata si salvano solamente il solito Carlini e capitan Genevier, quest'ultimo autore di un'altra bella prova nel ruolo di difensore centrale. Bocciato in blocco l'attacco granata con Cesarini e Cattaneo mai pericolosi mentre dura solamente 40 minuti il rientro da titolare di Rozzio.


Facchin 6 Esce alla disperata su Kouko non riuscendo ad impedire la rete del vantaggio. Poi è attento su Gusu e Colombi.

Lombardo 5,5 Alla grande corsa e determinazione non affianca lucidità e precisione. Pochi i cross serviti in area di rigore ai compagni, molti quelli respinti o sbagliati. Strano per uno dal buon piede come lui. Nel finale impegna Coser su punizione.

Rozzio 5,5 La sfortuna non sembra mollarlo. Rientra dal 1' dopo mesi dal grave infortunio ed è costretto ad alzare bandiera bianca dopo neanche un tempo (problema muscolare alla gamba destra). In occasione del gol era uscito male mancando l'anticipo (Riverola 6 Da vedere e rivedere l'azione personale con la quale va al tiro ad inizio ripresa. In generale dà qualità alla manovra ma non risulta decisivo come in altre circostanze).

Panizzi 5 Dirottato al centro della difesa per sopperire all'emergenza, si fa ubriacare da Kouko in occasione del gol decisivo. Meglio nella ripresa dove, al fianco di Genevier, concede poco e nulla poi torna a correre sulla fascia sinistra, ma ormai la frittata è fatta...

Ghiringhelli 5,5 Prova invanamente a deviare il tiro di Kouko, subito dopo spreca un gran suggerimento in verticale di Carlini concludendo malamente fuori. Non gioca sulla fascia di sua solita competenza e fatica ad incidere in avanti, vincendo raramente il duello con Gusu.

Genevier 6,5 Dirottato in mezzo dopo l'uscita di Rozzio, dirige la linea di difesa con personalità e senza sbavature, mettendo una pezza dove serve e infondendo sicurezza a tutta la squadra. Unica luce di speranza in un reparto "rinnovato"...

Carlini 6,5 Il più in palla dei granata senza ombra di dubbio. Gioca da regista aggiunto, corre, si smarca, smista palloni per i compagni. Si conferma l'arma in più della Reggiana in questo finale di campionato.

Bovo 5,5 Alterna buoni spunti palla al piede ad errori piuttosto grossolani, non certo da lui. In generale incide poco sulla gara. Ammonito, esce dal campo (Bobb 6 Entra determinato, mettendoci grinta e fisico).

Cesarini 5 Per una sera il Mago perde i suoi superpoteri. Stranamente fuori dal gioco granata, spento e privo di inventiva. Eberini lo richiama giustamente in panchina, anche perché diffidato (Rocco sv Non riesce ad incidere come nelle ultime gare).

Altinier 5 Un colpo di testa difficile da trasformare in gol la sua unica palla giocabile della partita. Mal servito dai compagni, si eclissa ben presto anche lui nella difficile serata dell'attacco granata (Cianci 6 Sfiora il gol con un destro improvviso dal limite).

Cattaneo 5,5 Qualche buona apertura, un tentativo finito sull'esterno della rete, poi nulla più. Anche lui piuttosto evanescente e mai veramente pericoloso. Difficile trovare una sufficienza nell'attacco di Eberini oggi. (Rosso 6,5 Ottimo impatto sulla gara, mette corsa e personalità creando qualche scompiglio nella difesa di casa).

All. Eberini (La Rosa-Tedeschi) 5 La Reggiana è stanca e l'emergenza infortuni in difesa non aiuta di certo i mister granata. Insistono nel non snaturare la squadra incappando però nell'uscita forzata di Rozzio e riproponendo quindi solo in un secondo tempo l'opzione Genvier centrale. Forse andava lasciato qualche minuto in più a Cattaneo nella ripresa anche se Rosso si è dimostrato più in palla del compagno.


Vota il migliore granata in campo
 

ALBINOLEFFE: Coser 6; Zaffagnini 6,5, Gavazzi 6,5, Solerio 6,5; Gusu 6,5 (Mondonico sv), Di Ceglie 6, Nichetti 6, Giorgione 7, Gelli 6; Kouko 7 (Ravasio sv), Colombi 6 (Sbaffo 6) All. Alvini 6,5.

Commenti

Lombardo: «Credevamo nella rimonta impossibile, vogliamo essere protagonisti ai playoff»
Eberini mette in guardia i granata: «Abbiamo perso le nostre sicurezze, così non andiamo lontano»