Primo Piano

Mister Eberini è fiducioso: «La Reggiana nelle partite da dentro o fuori dà il meglio di sé»

«Cambio di modulo? È una valutazione che stiamo prendendo in considerazione»

Gian Marco Regnani
22.05.2018 15:00

«Siamo tornati solo ieri da Castellammare, non c'è neanche il tempo di riposare - ha spiegato in conferenza stampa mister Sergio EberiniI ragazzi per fortuna stanno bene, li valuteremo meglio oggi pomeriggio ma direi che tutti quelli utilizzati nella gara d'andata saranno a disposizione domani sera».

Facchin è recuperato al 100%?
«Ha avvertito un dolore alla schiena durante il riscaldamento, poi ha preso delle gocce ed ha fornito una prestazione solida. Ad ogni modo Narduzzo era pronto ad entrare».

Qualche rimpianto è rimasto per la gara di domenica sera?
«Forse abbiamo sbagliato qualche giocata di troppo nel primo tempo, ma nella ripresa i ragazzi hanno fatto la partita che chiedevamo loro. In generale si poteva rischiare qualcosa di più, ma va bene anche così».

Il palo di Paponi, le due occasioni di Cesarini e Vignali... Pareggio tutto sommato giusto?
«Direi proprio di sì. La Juve Stabia giocava in casa, era avvantaggiata dal pubblico a favore, ma noi siamo stati bravi a resistere così come l'arbitro a non farsi condizionare dall'ambiente. Sono convinto che domani faremo una buona gara».

Cambierete disegno tattico, tornando al 4-3-3?
«Ci sono ancora diverse considerazioni da fare, soprattutto sulla condizione fisica dei centrali: perdere Bastrini o Rozzio a questo punto della stagione sarebbe deleterio. Valuteremo con attenzione come schierare la squadra cercando di non portarci ad essere troppo alti nella fase offensiva perché loro sono veloci e bravi in contropiede».

Utilizzerete i giocatori che avete risparmiato al "Menti"?
«Ripeto, faremo le valutazioni adeguate solo oggi pomeriggio. Comunque chi ha giocato domenica, non ha demeritato...».

I quattro diffidati potrebbero condizionare le vostre scelte?
«Non credo anche perché sono pedine che giocano in ruoli non delicati e con la possibilità di essere sostituiti. Se Bastrini e Rozzio fossero diffidati allora sì che cambierebbe il discorso. La formazione di domani sarà schierata esclusivamente in funzione del disegno tecnico e tattico studiato per passare il turno».

Col Bassano la Reggiana ha ingranato solo nel secondo tempo: sarà così anche domani?
«Il Bassano forse aveva nomi più importanti delle vespe, ma i gialloblù dalla loro hanno un'organizzazione di gioco migliore e tanta voglia da mettere in campo. Assisteremo ad una partita diversa...».

Cosa la porta ad esserne così convinto?
«La Reggiana è una squadra costruita per fare i playoff: anche l'anno scorso in questa fase i giocatori hanno iniziato a sacrificarsi maggiormente votandosi ad un calcio vero e non puramente estetico. Abbiamo questi attributi, evidentemente ci servono delle sfide da dentro o fuori per esprimerci al meglio».

I granata ultimamente escono alla distanza: ciò significa che i problemi fisici sono superati?
«La condizione fisica di una squadra dipende sempre da come si lavora in campo. A Castellammare siamo stati bravi a tenere il possesso palla e a giocare in spazi ristretti senza affaticarci troppo».

Commenti

Davide Facchin migliore in campo di Juve Stabia-Reggiana
Le probabili formazioni di Reggiana-Juve Stabia