Primo Piano

Reggiana cinica e attenta, a Budrio torna il sorriso e si riapre il campionato

Le reti di Cavagna e Osuji nel primo tempo valgono tre punti, Narduzzo decisivo e nel finale Bardeggia spreca il colpo del k.o.

Lorenzo Chierici
17.03.2019 17:00

Una Reggio Audace cinica e concreta nella prima frazione di gioco supera un Mezzolara che ha contrastato i granata soprattutto nella ripresa, senza però mai impensierire Narduzzo, dopo aver accorciato le distanze alla mezzora della prima frazione di gioco. Per la Reggio Audace, quindi, una buona partita che permette alla truppa di Antonioli di andare a -4 dal Modena con il derby ancora da giocare al "Città del Tricolore". 

Il 4-3-1-2 di Mauro Antonioli prevede l'ottimo Narduzzo tra i pali, Bran, Spanò, Cigagna e Belfasti dietro, Staiti, Cavagna e Osuji nella zona nevralgica del campo, con Dammacco dietro alle punte pronto ad allargarsi all'occorrenza sull'out mancino, con Bardeggia, spesso allargato a destra, e Zamparo al centro, a completare il tridente offensivo.

PRIMO TEMPO. La Reggiana si fa pericolosa proprio con Zamparo che, dopo 3' cerca il gol sul primo palo, da posizione defilata, ma il portiere locale devia in corner. Dopo appena 6' la Reggio Audace passa in vantaggio con un destro deciso al volo di Cavagna di collo-esterno destro, che batte sulla base interna del palo, per poi gonfiare la rete avversaria, su corta respinta della difesa locale. Nulla da fare per il portiere Malagoli. Il Mezzolara risponde con una conclusione alta di Stikas che gira in porta il pallone con un bel destro, ma la sfera termina alta. Al 10' il Mezzolara potrebbe pareggiare: perfetto cross da sinistra per la testa di Bertani che schiaccia bene il pallone, ma Narduzzo sceglie ottimamente il tempo d'intervento e respinge il pallone sulla linea di porta, compiendo un grande intervento. Al 20' altra corta respinta della difesa e nuova sassata dal limite dell'area di Cavagna che costringe il portiere locale a un grande intervento. Un minuto dopo la Reggio Audace raddoppia: splendida iniziativa di Staiti che veste i panni del trequartista e pennellata fra i due centrali per l'accorrente Osuji, che mette forte il piede in contrasto all'uscita bassa del portiere Malagoli che, per la forza del colored granata, non riesce a trattenere la sfera, tant'è che il nigeriano, pur essendo caduto a terra dopo il contrasto, si rialza velocissimo per poi mettere in rete con un guizzo felino a porta vuota: 0-2. Al 34', però, il Mezzolara accorcia le distanze: Cavagna perde palla appena fuori area, Sala ne approfitta, rientra col sinistro sul destro poi cerca e trova un gran gol sul primo palo che lascia di stucco Narduzzo, forse deviato leggermente da un tocco di Spanò. Il Mezzolara ci crede e Rinaldi si accentra da sinistra e cerca il gol con un bel tiro a scendere, che supera di pochi millimetri la traversa. La Regia vuole vincere e pochi minuti dopo cerca il gol prima con Zamparo, poi con Dammacco, con quest'ultimo che, solo tra i due centrali, calcia subito, ma tra le braccia del portiere, sciupando un gol fatto.

SECONDO TEMPO. Nel secondo tempo le due squadre si affrontano soprattutto a centrocampo e i portieri risultano relativamente poco impegnati. Dopo 4' la Regia ci prova Dammacco, ma il suo tiro viene ribattuto dalla difesa. Al 28' la Reggio Audace segna il terzo gol; il Mezzolara si ferma con la linea difensiva al limite dell'area, Dammacco sta abbondantemente oltre, mentre gli altri partono correttamente; la traiettoria di Cavagna è diretta sul secondo palo, dove Spanò si inserisce e tocca la sfera, deviandola in fondo al sacco, ma il guardalinee annulla per la precedente posizione di offiside di Dammacco che poteva tranquillamente essere evitata, in quanto il giocatore era sulla traiettoria del pallone, pur non essendo intervento sull'azione. I granata potrebbero segnare il terzo gol con un campanile fortuito di un centrale del Mezzolara sul quale si avventa Bardeggia che calcia al volo, di sinistro, ma non trova lo specchio della porta per pochi centimetri. La Regia sfiora di nuovo il gol con un bel traversone di Belfasti sul quale Osuji si avventa di testa, indirizzando la palla sul secondo palo, dove Zamparo colpisce di prima, l'estremo locale para a terra, ma il guardalinee vede in fuorigioco il centravanti granata. L'ottimo Pastore, che potrebbe magari giocare qualche partita da titolare a posto di un Dammacco che continua a convincere a tratti, in pieno recupero cerca la porta con due guizzi, il primo si infrange sui centrali avversari, mentre il secondo viene bloccato da Malagoli. Dopo 5 minuti di recupero l'arbitro emette il triplice fischio e i granata esultano per tre punti davvero importanti in chiave promozione.


La diretta

Gli highlights

Le pagelle 

Le interviste:


I risultati della 27ª giornata

 

Vota il migliore granata in campo

 

Il tabellino

MEZZOLARA - REGGIO AUDACE 1-2
Marcatori: 6' pt Cavagna (R), 21' pt Osuji (R), 34' pt Sala (M).
MEZZOLARA: Malagoli, Mutti, Stikas, Dall'Osso, Bertani (40' st Bertetti), Lo Russo, Rinaldi (22' st Nicoli), Roselli (35' st Menarini), Mezzetti (18' st Grazhdani), Sala (27' st Kharmoud), Sereni. A disp.: Di Berardino, Ferrari, Chmangui, Grandini. All.: Romulo Togni.
REGGIO AUDACE: Narduzzo, Bran, Spanò, Cigagna, Belfasti, Staiti, Cavagna, Osuji, Dammacco (28' st Pastore), Bardeggia (34' st Rizzi), Zamparo (47' st Ponsat). A disp.: Rossi, Casanova, Palmiero, Ungaro, Cozzari, Alvitrez. All.: Mauro Antonioli.
Arbitro: Bianchini di Perugia, coadiuvato da Galimberti di Seregno e Agostino di Sesto San Giovanni.
NOTE - Ammoniti: Cigagna, Sala, Bardeggia, Osuji, Mutti. Angoli: 4-2. Recupero '1+'5. Presenti circa 200 tifosi granata divisi tra settore ospiti e tribuna.

Commenti

Girone D, i risultati della 27ª giornata. Tonfo a sorpresa del Modena
Antonioli: «Oggi bravi tutti ma dobbiamo restare concentrati, il campionato è ancora lontano dal suo epilogo»