L'avversario

L'avversario - Triestina, Arma guida il miglior attacco del girone

A Reggio una solo vittoria più di 30 anni fa per gli alabardati

Tommaso Casotti
29.12.2017 11:30

Dopo un girone di andata in media zona playoff, la Triestina di mister Sannino cerca maggior continuità di risultati per ambire a qualche posizione ancora più di vertice. Gli alabardati sono forti del miglior attacco del girone (28 gol) e detengono anche la migliore differenza reti (con il Renate) avendo subìto 18 gol nelle 17 partite fin qui disputate.

L'obiettivo del club resta ambizioso per puntare alla B dopo anni travagliati nelle serie minori e due fallimenti societari. Alle vittorie di prestigio con Padova (2-1), FeralpiSalò (2-1) e Pordenone (2-4 in trasferta), si sono alternati alcuni passi falsi (0-1 con il Fano, 1-1 casalinghi con Santarcangelo e Teramo) che tengono la formazione biancorossa a 25 punti, uno in meno della Reggiana.

Per il match questa sera al "Città del Tricolore" sarà assente il difensore centrale El Hasni per squalifica, oltre agli infortunati Grillo, Aquaro e Mori. In porta il giovane Boccanera è diventato titolare, la difesa è numericamente contata e la società ha messo nel mirino per il mercato invernale l'ex Venezia Malomo, attualmente in forza al Vicenza. A centrocampo è importante l'esperienza di Bracaletti (4 gol) e Porcari, mentre il tridente d'attacco formato da Mensah, Petrella e Rachid Arma ha trovato il giusto affiatamento: il marocchino ex Reggiana è arrivato a quota 6 reti e resta il terminale offensivo indiscusso di questa Triestina.

PRECEDENTI. Sono 23 le partite giocate in quasi 60 anni fra Triestina e Reggiana: i granata sono in vantaggio con 10 successi, mentre 9 sono i pareggi e 4 le vittorie alabardate. A Reggio i friulani hanno vinto solo una volta su 11 confronti totali, nel lontano 1981. La gara d'andata al "Nereo Rocco" di Trieste terminò in parità: vantaggio fulmineo della Regia con Cesarini, pareggio di Arma alla mezzora del primo tempo.


(Nella foto, l'azione di Cesarini che portò al vantaggio granata lo scorso 3 settembre)

Commenti

I risultati e la classifica della 21ª giornata. Padova salvo all'ultimo secondo, vince ancora il Santarcangelo
Eberini: «La squadra ora è serena, battere la Triestina sarà molto difficile»