Il punto di vista

Al netto di tutto quello che è successo, c'era qualcosa di sbagliato dal principio

L'errore finale dell'arbitro ha compromesso la qualificazione ma la "triade" non è esente da critiche

Lorenzo Chierici
05.06.2018 18:00

Andrea Bovo è rimasto in panchina per tutti i 100 minuti contro il Siena

Lasciamo perdere l’arbitro, su cui domenica sera ho scritto di tutto e di più, ma sugli allenatori non ho detto ancora nulla e questa volta, pur avendo grande stima soprattutto di Sergio Eberini, ma anche di Andrea TedeschiMax La Rosa, credo che di errori ne abbiano commessi e non solo uno.

Le domande sono diverse: perché è stato tenuto fuori Bovo? Perché hanno giocato dal primo minuto Napoli e Riverola? Perché non è stato confermato Lombardo a destra, mercoledì scorso tra i migliori, mentre Vignali, fino ad oggi, a mio modesto avviso, non ha mai forse dimostrato realmente il suo valore? Perché non ha giocato Altinier dal primo minuto, malgrado Cianci fosse in forma ma dotato ovviamente di un’esperienza del tutto inferiore rispetto all’ex bomber del Padova? Perché non ha giocato Panizzi o quantomeno non è entrato al posto dell’infortunato Ghiringhelli, se, come si diceva, era completamente recuperato? In sala stampa circolava la voce che Andrea Bovo fosse stato tenuto fuori per motivi disciplinari, vista l’espulsione assolutamente ingenua rimediata in occasione della gara contro la Juve Stabia. Se così fosse, a mio modesto avviso, sarebbe un’assurdità vera, perché la Reggiana non è una squadra di Allievi dove occorre, con l’esempio di una punizione esemplare, insegnare qualcosa agli altri; inoltre, in una partita da dentro o fuori, forse l’ultima in caso di sconfitta, non lo si fa neppure con gli Allievi. Mi auguro infatti che tale voce fosse soltanto un chiacchiericcio. Se l’esclusione fosse maturata invece per scelta tecnica la motivazione, a mio avviso, non sarebbe stata altrettanto corretta: è vero che Bobb aveva giocato davvero molto bene la gara dell'andata e avrebbe meritato una conferma, ma è altrettanto vero che l’esperienza, la corsa e le qualità di Andrea in questa squadra si sono sempre rivelate indispensabili. In forza di questo ragionamento Bobb poteva effettivamente essere utilizzato a sinistra, come di fatto è stato impiegato, ma all’esperienza di Bovo, a mio avviso, non si poteva rinunciare, soprattutto a favore di un Riverola che, abbiamo già visto, quando c’è da fare “della legna” non è proprio il miglior giocatore su cui la Reggiana può contare. Quello composto da Bovo, Genevier e Carlini, a mio avviso, sarebbe stato il centrocampo corretto. Dietro, probabilmente, Panizzi è stato tenuto giù perché non avrebbe retto i 90’ essendo fermo da un po’: ci sta, ma magari invece di inserire Manfrin al posto di Ghiringhelli, poteva essere inserito Erik, che in fase difensiva ha dimostrato più volte di avere una maggiore attitudine rispetto al fluidificante mancino andato in gol cinque giorni fa.

Davanti, invece, a mio avviso è stato di difficile comprensione affidare dall’inizio una gara di questo livello a Napoli e a Cianci, ossia a due atleti che non hanno mai gestito o quasi gare con una posta in palio così alta e lo dico malgrado tutte le cose buone che ho scritto di recente su entrambi e che confermo in toto, per intensità, capacità di entrare subito in partita e condizione. Altinier e Cattaneo, anche se il primo era andato bene, il secondo un po’ meno mercoledì sera, garantiscono comunque un’esperienza diversa e averli avuti dall’inizio forse avrebbe permesso alla Reggiana una maggiore incisività fin dal primo minuto, mentre così i granata hanno gettato alle ortiche il primo tempo. Giocatori come Cianci e Napoli, infatti, hanno dimostrato di risultare determinanti a partita già iniziata e quindi perché cambiare un copione già scritto e collaudato nel corso dei mesi? A causa di tali scelte la triade granata si è vista costretta a correggere il tiro in corsa, con cambi a quel punto corretti, che, con una formazione iniziale differente, magari sarebbero serviti a consolidare un risultato diverso. Di questo non potremmo averne mai la conferma o la smentita, me nel calcio vige una regola: squadra che vince (o che passa il turno) non si cambia, o quantomeno, non la si cambia così tanto.

Commenti

Tutta la rabbia dei calciatori granata riversata sui social...
Scure del Giudice Sportivo sulla Reggiana: 10.000€ di multa al club, 8 giornate ad Altinier