Serie C

Serie C, irregolari le fideiussioni presentate da 10 club

Gravina: «Rischiano 300mila euro di ammenda, ho denunciato la Triestina. Pronti 3 gironi da 18 club con due seconde squadre dalla A»

Redazione TuttoReggiana
15.07.2018 08:00

Il prossimo campionato di Serie C rischia di partire nel caos, fra sentenze, ricorsi e inevitabili penalizzazioni. Mentre la Reggiana non conosce ancora il proprio destino, vi sarebbero almeno 10 società (Arzachena, Cuneo, Juve Stabia, Lucchese, Matera, Pro Piacenza, Reggina, Rende, Siracusa, Teramo, Triestina) alle prese con la grana fideiussione. Questi club avrebbero presentato una fideiussione attraverso la società assicurativa Finworld, a sua volta considerata inammissibile dal Consiglio di Stato.

Il presidente della Lega Pro, Gabriele Gravina, si era raccomandato della regolarità di tutta la documentazione e ora promette battaglia: «La storia è chiara - ha dichiarato a Repubblica noi abbiamo fatto la nostra parte sino in fondo. Ho scritto a questi club, devono mettersi in regola. Rischiano 300.000 euro di ammenda, equivalente della fideiussione, e una penalizzazione in classifica. Fideiussione falsa per la Triestina è normale? No, non è per niente normale. Ho denunciato la società alla Procura della Repubblica e alla procura federale: loro si considerano parte lesa e adesso presenteranno un'altra fideiussione buona. Poi, forse saranno penalizzati. Tutti si dichiarano truffati. Così non si può più andare avanti, lo ho detto anche a Fabbricini. Su 60 società, 48 sono da serie A, una decina si iscrivono solo con una domanda senza tassa, fideiussione, pagamento dei calciatori. Poi si avanti coi ricorsi e con le penalizzazioni. Così facendo, per la nostra Lega è un danno di immagine, rischiamo di perdere gli sponsor, anzi li abbiamo già persi. Farò un'azione di responsabilità».

Ancora il presidente della Lega Pro sul caos che regna in terza serie: «Se molte società saranno escluse faremo tre gironi da 18 squadre ciascuno. Seconde squadre in terza serie? Per ora due club sono pronti (Juventus e Milan, ndr). Forse ci sarà lo spazio per inserirne un terzo, se si libera un altro posto...».

Commenti

Corsa contro il tempo, ultimo weekend di sofferenza per i tifosi granata
Imbrattati i muri della sede di via Mogadiscio, insulti e minacce rivolte ai Piazza