Primo Piano

La Reggiana incerottata lotta e corre ma non basta: a Teramo un pazzo 3-3 che non accontenta nessuno

Le reti di Panizzi, Bobb e Napoli non bastano per conquistare la seconda piazza

Lorenzo Chierici
06.05.2018 20:00

Sarebbe stato splendido, ma così non è stato: la Reggiana avrebbe meritato il secondo posto e tale posizione l’aveva anche conquistata fino a pochi minuti dal termine; poi, un errore di Facchin, che si fa passare il pallone sotto alle mani, dopo aver salvato il risultato pochi istanti prima in due occasioni, castiga i granata che avrebbero potuto andare anche sotto se la conclusione di Gondo al 6’ si fosse infranta sul palo. La Reggiana è al quarto posto e martedì 15 maggio scenderà in campo per la prima gara dei playoff.

PRIMO TEMPO

Nella Reggiana mister Eberini conferma il 3-4-3, con Genevier di nuovo confermato nel ruolo di centrale di difesa e Cesarini, titolare nonostante la spada di Damocle di una diffida che potrebbe comprometterne l'impiego nella prima gara di playoff, a supportare Cianci là davanti con Rosso l’altro esterno d’attacco. Partono forte i granata che dopo 11 minuti di gioco colpiscono un palo con Cianci, risponde il Teramo con un tiro alto di Ventola, ma è la Regia a spingere con Cesarini che non trova la porta sul primo palo. Al 19’ passa la Regia con un gol che non ti aspetti: Erik Panizzi, tra i migliori, sfrutta una bella iniziativa di Vignali, da destra, poi calcia di prima intenzione il pallone che si insacca sotto l’incrocio dei pali, realizzando un gol da grande attaccante. Il Teramo risponde con un tiro di Graziano bloccato da Facchin. Nel primo tempo accade poco altro, mentre nella ripresa succede il finimondo.


SECONDO TEMPO

Dopo solo sei minuti di gioco, Sandomenico colpisce la traversa con una sassata dal limite dell’area; la palla torna in campo e Amadio trafigge l’incolpevole Facchin per l’1-1. La partita è vibrante e passa solo un minuto prima che la Regia passi di nuovo in vantaggio; questa volta a realizzare il gol è Bobb che, con un tiro da lontanissimo, su corta respinta della difesa del Teramo, tra l’altro di destro, malgrado il centrocampista granata sia mancino, trafigge il portiere avversario, forse ingannato dalla traiettoria di un pallone sbucato da lontano, ma fra mille gambe: 1-2. Sia per Amadio che per Bobb, quelli di oggi sono stati i loro primi gol stagionali. Al 62’ il Teramo trova il pareggio: Panizzi tocca involontariamente in area il pallone con una mano e l’arbitro assegna il calcio di rigore. Sul dischetto si porta Bacio Terracino che spiazza Facchin: 2-2. A questo punto mister Eberini toglie Cesarini e mette dentro Aiman Napoli, che, dopo tanti mesi di infortunio, scende in campo con la cattiveria giusta. A subire però è la Reggiana, che all’83’ si vede salvata in extremis da Facchin che prima dice di no a Sandomenico, respingendo il pallone che termina sui piedi di Gondo, poi blocca a terra la conclusione da pochi centimetri dell’ivoriano che non trova la coordinazione giusta per battere forte a rete, divorandosi un gol fatto. La Regia ci crede e all’84' Altinier si inventa una palla fantastica per l’accorrente Aiman Napoli che, tutto solo davanti al portiere, trova un preciso piatto ad incrociare che trafigge l’estremo avversario; splendido gol per l’ex attaccante del Renate, al rientro in campionato dopo 6 mesi contro il Teramo; una bella soddisfazione dopo tanta sofferenza e le critiche d’inizio stagione. La partita, però, ha dell’incredibile e all’86’ Ilari trafigge di sinistro Facchin che, dopo aver fatto diversi miracoli, si vede purtroppo passare il pallone sotto alle mani, per il definitivo 3-3. Inutile il forcing finale da una parte e dall'altra, il match si conclude con un pareggio che non accontenta nessuno.

La diretta

Gli highlights

Le pagelle

Le interviste:


Vota il migliore granata in campo


Il tabellino

TERAMO-REGGIANA 3-3
Marcatori: al 19’ pt Panizzi (R); al 7’ st Amadio (T), all'8’ st Bobb (R), al 19’ st Bacio Terracino, al 39’ st Napoli (R), al 41’ st Ilari (T).
TERAMO (4-2-3-1); Calore; Ventola, Speranza, Caidi, Sales; Ilari, Graziano (dal 31’ st De Grazia); Varas (dal 1’ st Sandomenico), Tulli (dal 35’ pt Amadio), Bacio Terracino (dal 44’ st Milillo); Panico (dal 1’ st Gondo). A disposizione: Ricci, Pierantonio, Castagna, Diallo, Mancini, Fratangelo, Cretella. Allenatore: Giovanni Zichella.
REGGIANA (3-4-3): Facchin; Lombardo, Genevier, Panizzi; Manfrin, Bobb, Riverola, Vignali; Cesarini (dal 20’ st Napoli), Cianci (dal 35’ st Altinier), Rosso (dal 21’ st Rocco). A disposizione: Viola, Narduzzo, Zaccariello, Palmiero, Cattaneo. Allenatore: Sergio Eberini
Arbitro: Proletti di Terni.
NOTE - Ammoniti: Graziano, Ilari, Manfrin, Napoli, Altinier. Angoli: 5-2 per il Teramo. Recupero tempo: pt 2', st 6'. Spettatori: 1.706 (82 da Reggio).

Commenti

Le pagelle di Teramo-Reggiana
Playoff, il tabellone della prima fase