Primo Piano

La Reggiana si arrende troppo presto, a Bergamo granata k.o. contro l'AlbinoLeffe

La rete di Kouko nel primo tempo manda al tappeto la squadra di Eberini, solo Cattaneo e Riverola riescono a dare la scossa

Lorenzo Chierici
23.04.2018 22:35

La gara di andata al "Città del Tricolore" finì 4-1 per la Regia, grazie alla doppietta di Altinier, al il gol di Cesarini e all'autorete di Gonzi (inutile nel finale il gol di Nichetti). La gara di ritorno allo stadio "Atleti Azzurri d’Italia" viene invece vinta dall’Albinoleffe per una rete a zero e la Reggiana in questo modo viene dimenticato definitivamente il Padova, che è matematicamente in Serie B, mentre viene fallito anche il tentativo di superare in classifica la Sambenedettese per riguadagnare il secondo posto in classifica. 

PRIMO TEMPO
Mister Eberini, La Rosa e Teddy gol schierano invece il solito 4-3-3 con Facchin confermassimo tra i pali, Lombardo a destra e Ghiringhelli a sinistra, mentre in mezzo ci sono Panizzi e Rozzio, anche se quest’ultimo rimarrà in campo fino al 40’, poi sostituito da Genevier. L’ex capitano del Lumezzane parte invece davanti alla difesa, con Carlini e Bovo, mentre in attacco viene confermato il tridente Cattaneo-Altinier-Cesarini. Nelle ultime 5 gare l’Albinoleffe ha portato a casa otto punti e con la Reggiana ne ha presi altri tre, mentre la squadra di Eberini scende sullo stadio di Bergamo priva di mezza difesa. E’ la Reggiana a graffiare per prima con un bel colpo di testa di Altinier che termina di poco alto. Al 14’, però, passano i padroni di casa: azione personale di Kouko che rientra sul diretto marcatore con un controdribbling, poi cerca il palo lontano con un piatto destro a incrociare; sulla sfera si avventa Ghiringhelli per cercare di alzare il pallone oltre la traversa, ma il fluidificante granata sospinge la palla nella propria porta. Le due squadre si affrontano a viso aperto e prima ci provano i lombardi con Giorgione, ma Facchin sventa senza problemi, poi risponde Cattaneo che Coser devia in corner con un ottimo intervento. L’AlbinoLeffe insiste e Facchin deve superarsi su tiro di testa ravvicinato di Gusu. Al 40’ un’altra tegola cade sulla testa dei granata: Paolo Rozzio, ieri al rientro dal primo minuto, esce dal campo probabilmente per problemi muscolari mai del tutto risolti e al suo posto entra Riverola, che si posiziona a centrocampo, con Genevier di nuovo nella linea difensiva, come la settimana scorsa. Nel finale del primo tempo Di Ceglie ferma fallosamente Carlini su lancio direttamente di Facchin. La successiva battuta dello specialista Lombardo, viene neutralizzata dalla barriera che la devia lontano dalla porta.

SECONDO TEMPO
La triade granata mette dentro Rosso per un impalpabile Cattaneo, ma a cercare la via del gol è subito l’AlbinoLeffe che calcia alto con una sassata di Nichetti. Risponde la Regia con Riverola, ma Coser fa buona guardia, poi tenta anche Rosso, al 56’, ma non inquadra lo specchio. Eberini a questo punto cambia ancora: fuori Bovo, appena ammonito per un fallo si Di Ceglie e dentro Bobb, mentre parallelamente Altinier lascia il posto a Cianci. I granata spingono e concedono qualcosa all’AlbinoLeffe che sfiorano il gol con Colombi servito da Kouko, ma Facchin è attento e sventa la minaccia. Al 71’ ci prova invece Pietro Cianci che, con il destro, pur non essendo il suo piede, calcia dal limite, ma non trova la porta di poco con palla oltre la traversa. Al 74’ fa il suo ingresso in campo l’ex granata Alessandro Sbaffo, un giocatore che francamente avremmo voluto vedere ancora in maglia granata, ma non fu confermato, tant’è che il talentuoso giocatore è finito nelle file dell’AlbinoLeffe. Anche l’ingresso in campo di Sbaffo non cambia le sorti del match, che resta comunque vivo. A questo punto Eberini prova il tutto per tutto e toglie uno spento Alessandro Cesarini per il giovane Rocco, che quest’anno ha dimostrato di poter dire la sua in questa categoria, ma anche il suo talento non incide sull’esito del match e la Reggiana, malgrado il tentativo finale di Cianci, dopo 4 minuti di recupero, esce sconfitta dall’"Atleti Azzurri d’Italia", con qualche speranza in meno di guadagnare un posto al sole in chiave playoff.


La diretta

Le pagelle

Le interviste:


Vota il migliore granata in campo

 

Il tabellino

ALBINOLEFFE-REGGIANA 1-0
Marcatori: al 14’ Kouko.
ALBINOLEFFE (3-5-2): Coser, Zaffagnini, Gavazzi, Solerio, Giorgione, Nichetti, Di Ceglie, Gelli (dal 90’ Gonzi), Gusu (dall'87’ Mondonico), Colombi (dal 74’ Sbaffo), Kouko (dall’87’ Ravasio). A disp.: Chiriac, Montella, Pellicanò, Coppola, Badan. All.: Massimiliano Alvini.
REGGIANA (4-3-3): Facchin, Lombardo, Panizzi, Rozzio (dal 40’ Riverola), Ghiringhelli, Bovo (dal 63’ Bobb), Genevier, Carlini, Cattaneo (dal 46’ Rosso), Altinier (dal 64’ Rosso), Cesarini (dal 77’ Rocco). A disp.: Viola, Narduzo, Vignali, Zaccariello, Palmiero, Manfrin. All.: Sergio Eberini.
Arbitro: Vigile di Cosenza.
NOTE - Ammoniti: Di Ceglie al 45’ (A); Carlini al 45’ (R); Bovo al 62’ (R); minuti di recupero 2 nel primo tempo, 4 nel secondo. Spettatori paganti: 207 (101 ospiti) ; abbonati 940. Incasso: 2833€. Con questo risultato della Reggiana il Padova è matematicamente promosso in Serie B

Commenti

Rivivi il LIVE di AlbinoLeffe-Reggiana 1-0
Le pagelle di Albinoleffe-Reggiana: Carlini solito trascinatore, male l'attacco