Mercato

Reggiana, il quadro degli acquisti e delle cessioni

Gian Marco Regnani
01.09.2017 11:00

Una lunga estate di trattative è giunta al termine e finalmente da domenica si potrà tornare a parlare esclusivamente di calcio giocato. Il mercato della Reggiana ha avuto un inizio difficile, con la repentina staffetta non programmata tra il ds Doriano Tosi e Giuseppe Magalini e con la dolorosa cessione, soprattutto per i tifosi, di Maltese.

Ad inizio luglio Perilli si è riunito con Colucci a Pordenone, sostituito dal campione in carica Facchin giunto in prestito dal Venezia; in contemporanea è arrivato il rinnovo del reggiano d.o.c. Panizzi. La politica dei prestiti è stato un leitmotiv della campagna acquisti condotta da Magalini: Rosso, Bobb, Manfrin e Cianci hanno potuto così vestire la maglia granata. Negli ultimi giorni di ritiro a Villa Minozzo sono arrivate le attese cessioni di Marchi e Pedrelli al Gubbio, mentre una decina di giorni più tardi si è concretizzato il doppio affare Guidone-Altinier con il Padova che riempiva le cronache sportive già da diverse settimane.

Il 10 di agosto il "veterano" Sabotic ha raggiunto l'ex ds Ferrara e Maltese a Pisa dopo aver disputato un precampionato (e due gare di Coppa Italia) con le valigie in mano ma senza far mancare il proprio impegno in campo da vero professionista. Per sostituire il montenegrino dalla Cremonese è stato prelevato in prestito il 30enne Bastrini, mentre dopo Ferragosto è stato accontentato il desiderio di Falcone di scendere al sud sostituendolo con Aiman Napoli dal Renate. Nel weekend che ha preceduto il debutto in campionato sono arrivati i rinnovi di Carlini, Bovo e Genevier, perni del centrocampo, così come quello inatteso di Riverola, confermando l'intenzione principale della società che era quella di trattenere i giocatori simbolo della passata stagione portati a Reggio dal predecessore Grammatica; all'appello mancano ancora quelli di Spanò, Rozzio e soprattutto Cesarini ma già il fatto che siano state respinte le avances nei loro confronti fa ben sperare per il futuro.

Infine arriviamo alla gioranta di ieri che abbiamo raccontato ora per ora: l'intenzione di Magalini era quella di acquistare un centrocampista funzionale al progetto e convinto nell'accettare la destinazione scendendo dalla B ma i rifiuti di Fabris e Bastoni lo hanno costretto a tornare a Reggio a mani vuote mentre in mattinata erano state perfezionate le cessioni in prestito dei classe '99 Vernocchi e Mecca. Oggi pomeriggio è prevista una conferenza stampa nella quale l'ex ds dell'Alessandria farà il punto sul mercato e magari fornirà qualche indicazione su quelle che saranno le prossime mosse: possibile il tesseramento di qualche giocatore presente nella lunga lista degli svincolati per rimpolpare una rosa dalla coperta corta, tra i quali è tornato a circolare il nome di Matteo D'Alessandro (il diretto interessato non ha smentito le voci a riguardo).

Votate il sondaggio sul mercato della Reggiana
 

ACQUISTI: Facchin p (Venezia), Manfrin d (Chievo), Bastrini d (Cremonese), Crocchianti d (Spezia), Bobb c (Padova), Rosso a (Pro Vercelli), Cianci a (Sassuolo), Altinier a (Padova), Napoli a (Renate).

CESSIONI: Perilli p (Pordenone), Trevisan d (svincolato -> Padova), Sabotic d (Pisa), Pedrelli d (Gubbio), Contessa d (fine prestito -> Padova), Vernocchi (prestito Bustese Milano City), Calvano c (fine prestito), Sbaffo c (fine prestito -> AlbinoLeffe), Maltese c (Pisa), Mecca (prestito Rezzato), Marchi a (Gubbio), Guidone a (Padova), Falcone a (Catanzaro).

Commenti

Ultimo giorno di calciomercato. La Reggiana chiude con due cessioni e nessun nuovo arrivo
News dai campi - Bastrini rimanda il debutto, Cesarini non si allena