Primo Piano

Panizzi: «Giocare a Padova non è mai semplice, prova di maturità superata»

Il difensore granata ha fornito un'altra ottima prestazione sulla fascia sinistra

Gian Marco Regnani
10.12.2017 01:00

Partita dopo partita, da terzino e da centrale, Erik Panizzi è riuscito a zittire i più critici nei suoi confronti a suon di prestazioni e anche all'Euganeo ha fornito il suo importante contributo.

«Siamo contenti di questo ottimo punto - ha affermato il difensore classe '94 a fine gara - Potevamo anche fare qualcosa di più in avanti ma tutto sommato abbiamo dato prova di essere maturati».

È più corretto parlare di due punti persi o di un punto guadagnato?
«Non si può pretendere chissà cosa venendo a giocare a Padova. Volevamo fare la nostra partita, partendo dal basso palla al piede e ci siamo riusciti».

Non avete rischiato un po' troppo giocando così?
«Cerchiamo sempre di dare palla a Carlini che la viene a prendere sotto pressione: questo modo di imbastire l'azione è troppo importante per noi, quindi vale la pena andare incontro a dei rischi».

Undici punti dalla vetta sono ancora recuperabili?
«Siamo finiti in un campionato pazzo dove ogni settimana ci sono risultati imprevedibili. Noi vogliamo giocare partita dopo partita senza pensare troppo in avanti e continuando così possiamo fare sicuramente bene. Abbiamo le qualità per fare male a chiunque quando riusciamo a soffrire tutti assieme nei momenti difficili».

Come spieghi la tua evoluzione più che positiva nelle ultime settimane?
«Io penso sempre che è la fiducia che ci danno a fare la differenza. Ho sempre lottato per conquistare un posto da titolare ed ora scendo in campo con grande tranquillità».



Vota il migliore granata in campo di Padova-Reggiana

Commenti

Carlini: «Giocando così arriveremo lontano»
Gli highlights di Padova-Reggiana