Il punto di vista

Reggiana: un attacco da incubo, ma la difesa è da playoff

Il pubblico granata si conferma di un'altra categoria

Redazione TuttoReggiana
30.10.2017 18:00

Nelle dieci partite fin qui disputate dai granata in campionato, spicca un dato non certo esaltante: sono solo cinque le reti fatte, peggior dato di tutta la Serie C insieme al Gavorrano (ultimo in classifica nel girone A), escludendo il Modena che è fermo a due gol, ma di partite ne ha giocate effettivamente solo sei. Le marcature di Rosso, Cesarini (2), Altinier e Riverola sono oggettivamente un bottino magrissimo per puntare a zone di classifica più prestigiose e a poco è servito per dare una scossa alla squadra il colpo esterno a Ravenna (0-2, gol di Cesarini e Cianci) nel match di Coppa Italia di Serie C dello scorso 18 ottobre.

Guardando alle reti subìte, invece, i nove gol presi finora si discostano nettamente dalle altre dirette avversarie di medio-bassa classifica (che sono già ampiamente in doppia cifra), mentre la Reggiana mantiene una media da prime dieci posizioni, quelle valide per i playoff.

SPETTATORI. Il seguito del pubblico granata nelle gare casalinghe (5852 spettatori di media) è secondo solo al Vicenza (6811), così come per quanto riguarda le presenze in trasferta, delle quali però non sono presenti dati univoci. Il sostegno dei tifosi non è mai mancato anche nei momenti di difficoltà e per la Reggiana potrebbe essere un aiuto in più il fatto di disputare i prossimi due turni di campionato al "Città del Tricolore", in programma venerdì sera con il Fano e mercoledì prossimo con il Pordenone.

(Foto © AC Reggiana 1919)

Commenti

L'ex Marchi: «Una vittoria che vale doppio»
Frattura al pollice per Facchin, in sette al differenziato