Primo Piano

Riverola, il jolly granata non ha perso la speranza: «Il sogno Serie B c'è ancora, con il bel gioco puntiamo in alto»

L'assenza prolungata di Cesarini spalanca le porte all'ex Barça

Redazione TuttoReggiana
16.03.2018 15:30

La risalita in classifica della Reggiana passa anche dai piedi di Martí Riverola, talento catalano che in estate è stato ad un passo dal lasciare il club granata salvo poi ritrovare una maglia da titolare più e più volte sotto la guida tecnica della triade Eberini-La Rosa-Tedeschi che ben si amalgama alle sue caratteristiche tecniche, dopo un inizio di stagione trascorso in panchina con mister Menichini.

«Con i nuovi allenatori è cambiato tutto - spiega il calciatore classe '91, intervistato dal portale TuttoC.com - Ora abbiamo una filosofia di gioco basata sul palleggio, sulla voglia di fare un gol in più dell'avversario. Controindicazioni? Prendiamo qualche ripartenza di troppo ma creiamo anche molte occasioni in più e questo è un fattore importante. Dobbiamo imparare ad avere equilibrio in ogni gara che affrontiamo».

A Fermo il suo splendido gol in pallonetto è valso il premio di migliore in campo ma non è bastato per vincere, con la formazione granata rimontata dai padroni di casa nella ripresa: «Per certi versi la partita contro la Fermana mi ha ricordato quella contro la FeralpiSalò. Dobbiamo imparare a limitare certe situazioni». Con 22 presenze, tre gol (decisivi quelli segnati a Vicenza e Bassano) e due assist, il catalano sta vivendo una delle migliori stagioni da quando è approdato in Italia: «Sono contento di quello che ho fatto e del contributo che sto dando alla squadra, ma anche con De Zerbi a Foggia credo di aver fatto bene. Ancora però con la Reggiana non abbiamo terminato la stagione e quello che conta è il traguardo finale».

Il Padova è tornato a +12 sui granata, ma la speranza è l'ultima a morire: «Ci sono ancora dieci partite da disputare e il nostro obiettivo è arrivare il più in alto possibile, senza porci dei limiti. Visto il nostro avvio di stagione, anche il secondo posto sarebbe ottimo». L'esordio in Italia per Riverola è arrivato con la maglia del Bologna in Serie A, categoria dove spera un giorno di poter tornare: «Sarebbe bello, però prima voglio continuare a coltivare il sogno Serie B con la Regia».

Commenti

Mestre a tutto attacco per continuare a sognare i play off
News dai campi - Fuori in cinque, Altinier e Rosso in dubbio per domenica