L'avversario

Arzignano Valchiampo, mister Colombo alla guida della neopromossa: «L'obiettivo è portare a casa la salvezza»

I veneti sono reduci da tre k.o. consecutivi. In attacco trova spazio l'ex granata Cais

Tommaso Casotti
27.09.2019 19:00

Domenica pomeriggio per la settima giornata di campionato la Reggiana affronta in trasferta l'Arzignano Valchiampo (calcio d'inizio alle 17:30), formazione che occupa il penultimo posto in classifica nel girone B dopo aver maturato tre sconfitte consecutive nelle ultime giornate con Sambenedettese, Südtirol, Triestina. La squadra gialloceleste disputa le partite casalinghe allo stadio "Romeo Menti" di Vicenza, dal momento che l'impianto "Dal Molin" di Arzignano non risulta a norma per la terza serie.

In panchina siede l'ex tecnico granata Alberto Colombo (a Reggio per due stagioni dal 2014 al 2016), tornato ad allenare dopo le brevi esperienze con Südtirol, Vicenza e Alessandria: «È un momento non facile - ha ammesso il tecnico al Resto del Carlino - Soprattutto per la prestazione, che non c’è stata, a Trieste. I punti ci servono come l’aria, ma l’avversario è di tutto rispetto. L’idea è quella di provare a salvarsi evitando i playout. Siamo una neopromossa che ha il desiderio di strutturarsi nel professionismo e per farlo sarebbe importantissimo portare a casa la salvezza quest’anno».

Colombo predilige un 5-3-2 con i due esterni di difesa liberi di spingere in fase offensiva. In porta è stato confermato il giovane Riccardo Tosi, i tre centrali Pasqualoni, Bonalumi e Bachini sono elementi di affidamento, mentre in rosa alcuni giocatori pagano l'inesperienza in un campionato di Serie C; l'ex Ravenna Barzaghi agisce sulla fascia sinistra, a centrocampo c'è spazio per Marco Hoxha (dalle giovanili del Verona), Balestrero e uno fra l'ecuadoregno Maldonado, Casini e l'ex Gubbio Valagussa. In attacco tante scelte: il 29enne Rocco viene da una stagione in chiaroscuro con la Giana Erminio, Gianmarco Piccioni cerca un rilancio dopo le stagioni con Santarcangelo e Rimini, così come il più giovane Kayro Flores Heatley. Dal primo minuto potrebbe giocare Davide Cais, 25 anni, alla Reggiana nell'anonima stagione 2013/14, ma in panchina scalpita anche Emanuele Anastasia, protagonista in D con il Fiorenzuola lo scorso anno con cui ha segnato 14 reti.

Commenti

Campagna Abbonamenti, non è ancora finita: la chiusura è stata posticipata al 4 ottobre
Marchi migliore in campo di Reggiana-Carpi