Primo Piano

Bastrini: «Il gol sarebbe stata la ciliegina sulla torta»

Dopo 104 giorni il centrale ex Cremonese è tornato a vestire una maglia da titolare

Gian Marco Regnani
10.02.2018 21:45

«Avevo decisamente voglia di giocare, erano passati tanti mesi dall'ultilma partita (il 29 ottobre 2017 a Gubbio, ndr) - il primo commento in sala stampa del centrale classe '87 Alessandro Bastrini - Fisicamente ora sto bene, è più di un mese che lavoro regolarmente con la squadra».

Peccato che il tuo colpo di testa all'ultimo minuto non abbia avuto maggiori fortune...
«Sarebbe stata la ciliegina sulla torta. Se ancora ci penso...».

I primi 60 minuti però sono stati di grande sofferenza...
«Sì, ma su questo campo ci possono stare. Abbiamo comunque dimostrato di essere una squadra forte che sa soffrire e lottare».

Miracoli, Esposito e infine Stanco erano attaccanti scomodi da limitare...
«La classifica parla chiaro, la Samb era seconda in classifica però la Reggiana ha tenuto bene su un campo che non era il massimo. Tutto sommato abbiamo fatto un'ottima partita».

Avete usato più il bastone che il fioretto...
«Sappiamo giocare un buon calcio, ma in Serie C servono anche questo tipo di prestazioni».

Sarebbe stato un furto se avesse vinto la Reggiana?
«Non credo, anzi sarebbe stata una vittoria meritata per come abbiamo giocato».

Ora si è riaperto il ballottaggio con Crocchianti e Spanò per una maglia da titolare?
«Penso che per la società sia un bene avere così tanta concorrenza in difesa. Le scelte spetteranno ai mister...».

Possiamo dire addio al Padova?
«L'anno scorso a Cremona ho vissuto un'esperienza simile, pertanto credo che non tutti i giochi siano fatti. Dobbiamo pensare ad una partita alla volta, poi a fine campionato vedremo quale sarà la classifica».

Commenti

I risultati e la classifica della 25ª giornata. Padova sempre più in fuga, crolla il Pordenone
Eberini: «Prestazione di grande sacrificio, abbiamo dimostrato di essere maturati»