Primo Piano

Le pagelle di Reggiana-AlbinoLeffe

Tommaso Casotti
02.12.2017 22:15

Oggi la difesa deve sudare più del previsto per portare a casa la pagnotta mentre il centrocampo orfano di Carlini va ad intermittenza. L'attacco invece non lascia scampo, capitalizzando praticamente tutti i palloni transitati in area di rigore.

Narduzzo 8 Il titolare ormai è diventato lui, garantisce sicurezza a tutta la difesa, oltre ad essere impeccabile sulle migliori occasioni dell'AlbinoLeffe. Il rigore parato è la perla della serata, che evita ai granata un pericoloso recupero degli ospiti.

Ghiringhelli 6.5 Il solito macinatore di chilometri sulla fascia destra, oggi si fa vedere un po' meno in avanti, ma è sempre attento in copertura.

Spanò 6 Colombi e Kouko sono due clienti scomodi, fisicamente lo sovrastano ma lui in qualche modo prova a mettere una pezza. Si addormenta nel finale sulla rete di Nicchetti.

Crocchianti 6 Qualche svista sulle migliori occasioni da gol dell'AlbinoLeffe, per il resto soffre poco la fisicità degli attaccanti anche se manca qualche anticipo: errori ai quali non eravamo più abituati.

Panizzi 6 Pochi cross rispetto al solito perché l'italo-russo Gonzi lo costringe ad una partita di grande sacrificio in fase di contenimento.

Bovo 7 Anima del centrocampo granata, oscura i pari ruolo avversari, serve un pallone delizioso ad Altinier in occasione del secondo gol e centra la traversa da cui nasce il 4-0. (dal 42' st Bobb sv).

Genevier 6 L'arbitro è inflessibile sul suo tocco di mano in area di rigore che poteva cambiare l'esito della partita, ma ci pensa Narduzzo a sventare la minaccia. Il francese dal canto suo mette l'ordinata manovra a servizio della squadra per tutti e 90 i minuti.

Riverola 6.5 Ha il compito di vivacizzare il centrocampo vista l'assenza di Carlini: vi riesce anche aiutato dal fatto che l'attacco è scatenato. (dal 42' st Zaccariello sv Pochi minuti che valgono l'esordio in campionato per il classe '99 della Berretti, dopo le buone prestazioni in Coppa).

Cianci 6.5 Nel tridente d'attacco dà il suo contributo alla grande, lotta su ogni pallone anche senza mettere la firma sui gol. (dal 27' st Lombardo 6.5 Lanciato in campo per rimediare alla pressione dell'AlbinoLeffe in quel momento della gara, risponde presente e si mostra anche pericoloso in attacco su azione e su calcio piazzato).

Altinier 8 Applausi scroscianti, ora il prato del "Città del Tricolore" è suo terreno di conquista. Come contro il Ravenna segna dopo una manciata di minuti un gol da rapace d'area che mette fiducia a tutta la squadra. Da vero opportunista la rete del raddoppio, poi la tripletta è "macchiata" dalla deviazione di Gonzi che si prende i (de)meriti dell'autogol.

Cesarini 7.5 Il "Mago" con il "Duca" va a nozze: i due si trovano finalmente a meraviglia, Cesarini consegna l'assist per l'1-0, poi mette il sigillo nella ripresa con il 3-0 mandando in crisi l'intera difesa dell'AlbinoLeffe con uno slalom in area che è il suo marchio di fabbrica. (dal 40' st Rocco sv).

All. Sergio Eberini 7 Le azzecca tutte anche questa volta, predicando giustamente la calma nel post partita in vista del prossimo big match col Padova. La Regia ha gli uomini contati ma sa gestire bene l'emergenza in campo e nello spogliatoio, coadiuvato dal grandissimo lavoro di Max La Rosa e Andrea Tedeschi: la rinascita granata porta il nome della "triade".


Vota il migliore granata in campo


ALBINOLEFFE: Coser 5; Zaffagnini 5 (27' st Gusu 5.5), Mondonico 5, Scrosta 5; Gonzi 6 (40' st Coppola sv), Agnello 6, Di Ceglie 5 (1' st Montella 6.5), Nichetti 7, Pellicanò 6 (dal 27' st Zucchetti 5.5); Kouko 5, Colombi 5 (dal 19' st Ravasio 5).  All. Massimiliano Alvini 5.

Commenti

I risultati e la classifica della 17ª giornata
Altinier: «Peccato non aver portato a casa il pallone»