Primo Piano

Futuro incerto per i soci reggiani

Dura presa di posizione di Alicia Piazza contro Compagni

Redazione TuttoReggiana
15.07.2017 19:07

Lo "snello" organigramma reso noto ieri dalla Reggiana ha attirato l'attenzione soprattutto per l'assenza di qualunque riferimento ai soci reggiani; in particolare la figura di Stefano Compagni come vicepresidente, tenuto di solito in grande considerazione dal patron americano.

Invece, oltre al carattere cubitale con il quale si sottolinea il ruolo dominante di Mike Piazza, da Instagram arriva una considerazione non proprio tenera della first lady Alicia nei confronti di Compagni. «Potrà entrare nell'organigramma non appena staccherà un assegno per l'enorme dissesto finanziario che ha creato!»*, questa la traduzione della risposta data da Alicia alla domanda di un tifoso che le chiedeva quale fosse il ruolo dell'ex presidente. 

Interpellato sulla questione, il vicepresidente granata ha preferito non rilasciare dichiarazioni (qui le sue ultime affermazioni, risalenti a fine giugno). Il club di via Mogadiscio ieri ci ha confermato che il ruolo di Compagni e degli altri soci all'interno della società non è mutato ma un nuovo Consiglio di Amministrazione atteso nelle prossime settimane dovrebbe sancire l'ingresso di nuove figure (forse americane) così come un maggiore impegno da parte di Piazza che ora detiene l'85% delle quote. I soci reggiani a quel punto potrebbero veder diminuire il loro pacchetto di azioni (15%) o persino lasciare la Reggiana. L'unica cosa certa al momento è che Compagni dallo scorso 3 luglio non fa più parte del Consiglio Direttivo della Lega Pro, come si evince da un comunicato diffuso dagli uffici di Firenze.

*: «as soon as he writes a check for the enormous financial mess he created..."approved"...he can be on the chart! #daicandom


(Nella foto Mike Piazza a colloquio con Stefano Compagni © AC Reggiana 1919)

Commenti

Modena salvo, Mantova nel baratro. Parte la corsa ai ripescaggi
Entusiasmo e voglia di ricominciare, la Reggiana è partita per Villa Minozzo