Primo Piano

Cozzari all'ultimo respiro, la Reggiana espugna Voghera e continua a sognare

Greco gela Narduzzo su punizione, poi entra Cozzari che conquista il rigore trasformato da Zamparo e al 94' di testa regala i tre punti ai granata

Lorenzo Chierici
31.03.2019 17:30

Conta solo vincere, non ci sono dubbi, e domenica prossima Reggiana-Modena sarà un derby sentitissimo che varrà il secondo posto in classifica, ma per dare un senso a quella partita serviva espungare il campo di Voghera. La Reggio Audace oggi non ha meritato di superare l'OltrepoVoghera avendo gettato alle ortiche tutto il primo tempo e avendo creato solo qualcosa in più nella ripresa ma, come si suol dire in questi casi... chissenefrega! Sono arrivati i tre punti assieme alla quarta vittoria consecutiva e questo basta e avenza.

PRIMO TEMPO. La prima azione degna di nota, se così la si può definire, arriva dopo 3 minuti, quando Dammacco serve Zamparo che libera Ponsat sulla sinistra, in area di rigore, dove l'attaccante, oggi tornato titolare dal primo minuto, serve un bel pallone sul primo palo, dove però nessun granata si avventa e dove quindi il portiere Cizza intercetta la sfera in tuffo. Risponde subito l'Oltrepovoghera con una bell'azione di contropiede sulla destra di Cominetti che cerca di eludere l'intervento di due difensori granata con un bel gioco di gambe, per poi mettere in mezzo un invitante rasoterra sul quale interviene Cigagna che esce elegantemente dalla linea difensiva palla al piede. Poco dopo, da corner, la Reggiana cerca il gol con una bella inzuccata di Dammacco che termina alta. I granata insistono, ma la loro azione continua ad essere sterile, tant'è che al 23' Alvitrez si libera sulla sinistra da dove mette in mezzo un pallone rasoterra che Ponsat, dopo la deviazione di un avversario che alza la sfera, cerca una rovesciata da pochi passi, ma la sfera viene ribattuta dal corpo di un avversario e l'azione sfuma. Cinque minuti dopo Belfasti pennella un perfetto cross da sinistra per la testa di Zamparo che colpisce bene, ma il suo tiro è centrale e il portiere blocca senza problemi. Al 31' è invece l'Oltrepovoghera a farsi pericoloso dalle parti di Narduzzo: Ponsat perde palla in attacco e da quell'azione parte un veloce contropiede che libera Cominetti al tiro di sinistro, ma il suo diagonale viene bloccato senza problemi da Narduzzo in tuffo sulla sua sinistra. La Regia ci riprova con una bella punizione di Alvitrez in piena area, ma Zamparo gira male il pallone e non inquadra la porta. Dopo due minuti di recupero, l'arbitro manda le due squadre negli spogliatoi.

SECONDO TEMPO. La Regia parte decisa con una bella parabola di Alvitrez per Ungaro che, di testa, manda il pallone di poco fuori, sfiorando il palo alla sinistra di Cizza. Al 3' la Reggiana potrebbe passare, ma è sfortunata: Zamparo stacca molto bene e colpisce di testa, ma Cizza si supera e respinge il pallone, che finisce sui piedi di Ponsat che prova a deviare subito la palla verso la rete avversaria, ma la sfera carambola sul palo e nega il gol all'attaccante granata. La Reggio Audace sembra più grintosa rispetto al primo tempo e arriva al tiro prima con Dammacco, poi con Ponsat, ma entrambe le conclusioni terminano contro il corpo degli avversari. L'OltrepoVoghera al 13' passa in vantaggio quando il fantasista Greco si incarica della battuta di un calcio di punizione dal limite e la sua esecuzione è assolutamente magistrale: palla a fil di palo che supera di poco la barriera, Narduzzo si tuffa subito senza fare prima un passo, tant'è che non arriva sul pallone, ma se gli uomini in barriera avessero saltato il gol la Reggio Audace probabilmente non l'avrebbe subito; detto questo l'esecuzione è stata splendida. A questo punto mister Antonioli non ci pensa due volte e mette dentro subito Bardeggia al posto di Pastore, con una sorta di 4-2-4, nel tentativo di recuperare un passivo che francamente non ci voleva. Al 30' la Reggiana cerca il gol su calcio di punizione, ma la conclusione di Alvitrez termina a lato. Poco dopo Zamparo riceve palla spalle alla porta, sul vertice alto dell'area di rigore, all'interno della stessa, dove il centravanti granata mette un piede in mezzo alle gambe di un difensore avversario, che a sua volta non può fare altro che spingerlo: era rigore, ma l'arbitro ammonisce Zamparo per simulazione. Da un rigore non dato ad un penalty generoso assegnato poco dopo. Al 31', infatti, Carta "abbraccia" il collo di Cozzari, impedendogli di saltare, su corner da sinistra e l'arbitro, che stava guardando proprio eventuali contatti in area, vede subito l'irregolarità di Carta, di cui ne vediamo però almeno venti a partita, e fischia il rigore. Sul dischetto Zamparo non si fa pregare e trafigge il portiere con una sassata di sinistro alla sinistra dello stesso: 1-1. Al 48' la Reggiana potrebbe vincere la gara, ma il colpo di testa di Rizzi, su perfetta palla di Cavagna, viene deviata magistralmente in corner dal portiere Cizzi. Al 4' di recupero, Cavagna batte un corner perfetto per Cozzari che viene lasciato inspiegabilmente tutto solo al centro dell'area di rigore dove il centrocampista granata, colpisce bene di testa, Cizza cerca di deviare il pallone, ma manda la sfera all'interno della propria porta: 1-2.

Incredibile vittoria della Reggiana che ci ha creduto fino alla fine, ottenendo un successo tanto importante in termini di classifica, di morale e di condizione psicologica per affrontare meglio il derby di domenica, quanto forse non del tutto immeritato. Ma nel calcio, quando si punta alla promozione, "vincere non è importante, è l'unica cosa che conta", prendendo in prestito una frase tanto cara ai campioni d'Italia...

 

La diretta

Gli highlights

Le pagelle

Le interviste:


I risultati della 29ª giornata

 


Vota il migliore granata in campo
 


Il tabellino

OLTREPOVOGHERA-REGGIO AUDACE 1-2
Marcatori: 14'st Greco, 33'st rig. Zamparo, 49'st Cozzari.
OLTREPOVOGHERA (5-4-1): Cizza; Colombini, Luciani, Coppola, Samina, Bassi; Maione (dal 18'st Carta), Colonna (dal 39'st Domenichetti), Monopoli, Greco (dal 46'st Galtarossa); Cominetti (dal 41'st Casiraghi). A disposizione: Sadiku, Soresina, Lupo, Letta, Bondi. Allenatore: Maurizio Alghisi. 
REGGIO AUDACE (4-3-1-2); Narduzzo; Bran (dal 39'st Masini), Cigagna, Ungaro, Belfasti; Pastore (dal 15'st Bardeggia), Cavagna, Alvitrez (dal 31'st Cozzari); Dammacco (dal 37'st Rizzi); Zamparo, Ponsat. A disposizione: Rossi, Casanova, Palmiero, Cozzolino, Piccinini. Allenatore: Mauro Antonioli.
Arbitro: Taricone di Perugia, coadiuvato da Ferraioli e De Nardi, entrambi di Nocera Inferiore.
NOTE - Ammoniti: Cominetti, Cigagna, Ponsat, Zamparo, Carta, Domenichetti, Cozzari; corner 12-4 per la Reggiana; espulso mister Maurizio Alghisi dell'OltrepoVoghera per aver superato di un metro l'area tecnica; minuti di recupero: 2 nel primo tempo + 5 nella ripresa.

Commenti

I risultati della 29ª giornata: Modena come da copione, Pergolettese autoritaria nel derby
Reggio Audace, confermata la fiducia nell'area tecnica