Primo Piano

Reggio Audace e Fondazione per lo Sport, piena disponibilità all'utilizzo dei campi di allenamento

Redazione TuttoReggiana
23.08.2018 15:00

Si spegne sul nascere la polemica sull'utilizzo da parte della Reggio Audace dei campi di allenamento comunali, non potendo ancora utilizzare l'area di via Agosti legata alla precedente proprietà Piazza.

In mattinata si è tenuto un incontro tra il presidente Luca Quintavalli e il presidente della Fondazione per lo Sport Mauro Rozzi. I due hanno dialogato sulle posizioni assunte dal club granata e dall’ente reggiano rispetto all’utilizzo di campi alternativi alla storica sede di via Agosti, dando seguito a quanto comunicato martedì 21 agosto dalla Fondazione per lo Sport.

REGGIO AUDACE F.C.
Reggio Audace F.C., tenuto conto del momento storico attraversato dal calcio in città a seguito degli avvenimenti degli ultimi tre mesi noti a tutti, ribadisce di essere costantemente in attesa della disponibilità all’utilizzo dei campi di via Agosti, casa storica del vivaio e della società cittadina. Situazione, questa, in cui la società figura come spettatore terzo considerato il contratto in essere fra l’ente proprietario dei terreni e l’affittuario che lascia il club senza un impianto in concessione dove poter svolgere le proprie attività in vista del campionato di Serie D e delle competizioni giovanili.

Il club, dunque, sottolinea la solidarietà gratuita, propria della nostra città, e la grande disponibilità con le quali alcune società sportive del nostro territorio hanno messo a disposizione i propri impianti per permettere alla squadra di mister Antonioli e alle giovanili di svolgere le attività ordinarie come qualsiasi altra compagine, professionistica o dilettantistica che sia, in fase di preparazione estiva, fatto che non si sarebbe potuto verificare regolarmente se non ci fosse stato grande senso di responsabilità e amore per la reggianità da parte delle società di città e provincia. Uno scenario, questo, che avrebbe gravato pesantemente sui primi passi della rinascita del calcio a Reggio Emilia.

Luca Quintavalli
Presidente Reggio Audace F.C.

 

FONDAZIONE PER LO SPORT
Con riferimento alla comunicazione inoltrata dalla Fondazione per lo sport a tutti i Concessionari di campi sportivi, con la quale si rammentava loro l’obbligo di non autorizzare l’ingresso di società sportive negli impianti senza la preventiva autorizzazione della Fondazione, si specifica che tale comunicazione ha come destinatari essenzialmente i Concessionari, rientra tra i compiti di controllo che la Fondazione deve esercitare su concessioni ed appalti ed è finalizzata, in questa come in altre analoghe precedenti circostanze, a tutelare in primo luogo l’incolumità degli utilizzatori, oltreché degli stessi Concessionari, in un lavoro sinergico e di collaborazione con il mondo sportivo.

È quindi del tutto destituita di fondamento l’idea che quella comunicazione volesse in qualche modo ed anche remotamente impedire a Reggio Audace F.C. l’uso degli impianti sportivi della Fondazione, sicché ogni insinuazione al riguardo è frutto di arbitrarie illazioni, che si intende lasciar cadere senza alimentare inutili polemiche.

Mauro Rozzi
Presidente della Fondazione per lo sport

Commenti

Cozzolino: «Sacrificio e dedizione le parole chiave per il successo»
Coppa Italia Serie D, Reggio Audace-Sasso Marconi si disputerà al Mirabello