L'avversario

L'avversario - Ciliverghe, all'inseguimento di punti salvezza

Joelson trova poco spazio in attacco, Minelli (ex Sassuolo) guida la difesa

Tommaso Casotti
11.12.2018 17:30

©Ciliverghe Calcio 1979

Il Ciliverghe Mazzano, piccola realtà con sede nel comune bresciano di Mazzano, disputa il campionato di Serie D dopo la promozione dall'Eccellenza del 2014, con il migliore risultato dei playoff del girone B vinti nella stagione 2016/17 al seguito dei quali mancò però l'iscrizione alla Lega Pro. Lo scorso anno, invece, il Ciliverghe ha chiuso a metà classifica nel girone lombardo e in questo campionato si ritrova invischiato nella lotta salvezza: in 14 gare sono arrivate solamente tre vittorie ed ora la compagine gialloblù lotta per salvarsi in zona playout, a pari punti con OltrepoVoghera e Lentigione. I bresciani non perdono dallo scorso 18 novembre (1-0 a Mezzolara) e sono reduci da tre risultati utili consecutivi, l'ultimo arrivato sabato scorso tra le mura amiche contro l'OltrepoVoghera (0-0)

L'allenatore è Filippo Carobbio (ex centrocampista tra le altre di Reggina in Serie A e AlbinoLeffe in B) e guida una rosa giovane con alcuni elementi d'esperienza. «Sappiamo come gioca la Reggiana, la affrontiamo senza paura» ha detto in settimana il trainer gialloblù. Il portiere Viotti, 28 anni, ha trascorsi in cadetteria con le maglie di Triestina, Grosseto e Juve Stabia ed è appena arrivato dal mercato per rafforzare la difesa; la fascia da capitano va al fedele difensore centrale Minelli, 37 anni di cui tanti passati in B con una puntata in Serie A a Catania. A centrocampo, a fianco degli over Vignali e Guerci, trova spazio il classe '98 Careccia (due gol per lui in campionato), scuola Milan, e dal mercato è tornato il mediano Comotti. In attacco Mattia Mauri si è rivelato l'elemento più pericoloso, autore di 4 reti finora, mentre il brasiliano Joelson (che fu compagno di mister Carobbio ai fasti di un tempo alla Reggina) dopo l'ultimo infortunio ha trovato poco spazio. Tra i giovani stanno ben figurando il ghanese Bithiene e Jeson Del Bar ('97), a segno nel 3-3 con l'Axys Zola.

Commenti

Narduzzo: «Il pareggio del Modena deve servire da lezione, non bisogna pensare a lungo termine»
È iniziata la prevendita di Ciliverghe-Reggio Audace