Primo Piano

Le pagelle di Teramo-Reggiana

I voti ai protagonisti del match della 38ª giornata terminato 3-3

Gian Marco Regnani
06.05.2018 21:30

Nella gara che sancisce il quarto posto finale dei granata, spiccano le prestazioni dei tre marcatori, tutti alla prima gioia stagionale. Errori preventivabili quelli del pacchetto arretrato, ma il vero problema è stata la mancanza di idee (e di uomini) a centrocampo.
 

Facchin 6.5 Non concede nulla per 85 minuti, è sicuro nelle uscite e blocca con tempestività i tentativi di Varas, Sandomenico e Gondo. Incolpevole sui primi due gol, all'86' parte in ritardo sulla conclusione ravvicinata di Ilari.

Lombardo 5.5 Prova a far valere il fisico finché può. Le difficoltà arrivano quando Sandomenico inizia a puntarlo a ripetizione sullo stretto. 

Genevier 6 Si destreggia bene da ultimo baluardo, dà una mano ai due giovani compagni di reparto ma quando c'è da lottare con Gondo finisce inevitabilmente per perdere il duello.

Panizzi 7 Primo gol in carriera da cineteca che consegna il secondo posto virtuale alla Regia per più di mezzora. Un presunto fallo di mano in area sporca la sua gagliarda partita. Nel finale si getta in avanti senza fortuna.

Vignali 6 Mette tanta abnegazione sulla fascia destra. Dal suo piede parte il traversone che termina poi davanti al sinistro vincente di Panizzi. Nel finale lotta anche in mezzo.

Riverola 5 Il più in ombra del centrocampo granata: il suo elevato tasso tecnico a Teramo non riesce a fare la differenza.

Bobb 7 Prova a vestire i panni del regista senza riuscirvi, ma il suo dinamismo dà una grossa mano alla Reggiana in fase di contenimento. Meritato il primo gol stagionale con il piede "sbagliato" da lontanissimo, peccato che la festa duri appena 10 minuti.

Manfrin 5.5 Partita senza infamia e senza lode. Dà il suo apporto in attacco, prova a contenere Bacio Terracino e vi riesce abbastanza bene, però salta troppo presto sul tiro vincente di Amadio ad inizio ripresa.

Rosso 5.5 Doveva e poteva fare la differenza in velocità ma si è perso presto tra le tante maglie rosse (Rocco 6 Sembra poter dare il la a tanti contropiedi interessanti, ma alla fine paga l'evidente differenza di fisicità con i difensori abruzzesi che lo recuperano sempre. Avvia l'azione che porta alla rete del momentaneo 3-2).

Cianci 5 Illude i tifosi granata con un palo (forse c'è un tocco del difensore) dopo 11', poi comincia un'altra partita che lo vede sempre rincorrere (Altinier 6.5 Perfetto l'assist per Napoli. Fa quel che può anche se non arriva al tiro). 

Cesarini 6 Con una serpentina delle sue al 13' va vicino al gol. Si vede che è limitato dalla diffida ed osa meno rispetto al solito (Napoli 7 Con poca benzina nelle gambe non si risparmia e festeggia il rientro in campo a 6 mesi dal brutto infortunio con un gol che poteva avere un doppio significato, peccato che Ilari rovini tutto).

All. Eberini 5.5 La triade in panchina ha solo quattro giocatori di movimento e due giovani in prestito dalla Berretti in panchina; ne mandano in campo solo tre, con Cattaneo resta seduto ad osservare i compagni. Un rischio calcolato rinunciare a "Veleno", anche nei secondi finali di forcing all'area avversaria? Con il senno di poi probabilmente si tratta di un errore, l'unico di una gara che non poteva essere giocata in altro modo dai granata.


Vota il migliore granata in campo


TERAMO: Calore 5; Ventola 6, Speranza 5.5, Caidi 5.5, Sales 6; Ilari 7, Graziano 6.5 (dal 76’ De Grazia s.v.); Varas 6.5 (dal 46’ Sandomenico 7), Tulli s.v. (dal 35’ Amadio 6.5), Bacio Terracino 6.5 (dal 89’ Milillo s.v.); Panico 5 (dal 46’ Gondo 6.5). All.: Giovanni Zichella 6.

Commenti

Rivivi il LIVE di Teramo-Reggiana 3-3
I risultati e la classifica della 38ª giornata. Sudtirol secondo, Reggiana quarta